Per le Scuole

percorsi guidati di didattica scolastica
attivita1
C’era una volta a San Giovanni

La proposta prende avvio dalla storia di un bambino la cui famiglia si trasferisce in Castel San Giovanni e dei suoi sogni sulla nuova vita che potrà prospettarsi in questa terra tutta da immaginare: come potrà essere la sua dimora, quale sarà l’aspetto della nuova città, come passerà il suo tempo e quali rapporti riuscirà a tessere. La narrazione consentirà di avviare con i bambini una riflessione sull’idea di casa, di città e di cittadinanza, portandoli a raccontare il proprio mondo nel confronto tra realtà quotidiana e idealità. Una particolare attenzione sarà inoltre dedicata al rapporto fra individualità – sostanziata nella casa – e collettività – incarnata dalla città. Nell’ultima parte dell’attività sarà quindi immaginata e costruita un’ideale “città dei bambini” nella quale, per un momento, si potrà pensare di vivere.

Durata: 1h15’
Per chi: classi della scuola dell’infanzia e classi I,II della scuola primaria.
Un popolo di stemmi

La proposta prevede un’introduzione sulle architetture del palazzo d’Arnolfo e del Museo per poi concentrarsi sulla pletora di stemmi presenti sulle facciate esterne dell’edificio. Il riconoscimento di alcuni di essi consentirà di approfondire periodi e tematiche particolari della storia di San Giovanni e del suo rapporto con la città-madre Firenze. Parallelamente la riflessione sarà portata sui caratteri storici e simbolici dell’araldica, veicolo di identificazione e di riconoscimento di una stirpe. Nella seconda parte dell’attività sarà quindi avviata un’esperienza di lavoro artistico, nella quale ciascuno sarà chiamato a progettare e a realizzare in materiale plastico il proprio stemma quale rappresentazione metaforica della propria identità. Al termine dell’attività sarà possibile portare con sé il proprio elaborato.

Durata: 1h15’
Per chi:
classi I,II,III,IV,V della scuola primaria.
attivita2
attivita3
La città che vorrei – Novità

L’attività consente di realizzare una città ideale “a misura di bambino”, definendone i caratteri architettonici e urbanistici per la migliore qualità e funzionalità di vita possibile. Grazie a un’installazione scenografica e interattiva, i partecipanti potranno quindi cimentarsi nell’effettiva costruzione di una città senza tempo, nella quale immaginare di vivere secondo quegli ideali di “misura” e di “benessere” che hanno attraversato i secoli: come scrive Calvino nelle sue Città invisibiliè della città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio,oppure il suo rovescio, una paura.”

Durata: 1h15’
Per chi: classi I,II,III,IV,V della scuola primaria.
Alla scoperta di San Giovanni – Novità

L’attività prende avvio dal Museo delle Terre Nuove per svilupparsi poi nel centro storico cittadino nelle forme di un’inedita esplorazione: le piazze, le strade, gli edifici, le testimonianze archeologiche riveleranno in questo senso le tracce del progetto architettonico e urbanistico che, sul finire del Duecento, vide la nascita di Castel San Giovanni. Un percorso animato e interattivo per imparare a “leggere” la città e a guardare con occhi nuovi la propria realtà quotidiana.

Durata: 1h15’
Per chi:
classi I,II,III,IV,V della scuola primaria.
attivita4
attivita5
Disegnare una città, dal Medioevo al contemporaneo

La proposta permette di centrare l’attenzione sui caratteri urbanistici di una città, con un preciso riferimento ai progetti di fondazione delle Terre Nuove, improntati a rigorosi criteri razionali, ma anche ai disegni di “città ideale” che tanta fortuna conosceranno dal Rinascimento ai giorni nostri. Nel dialogo serrato fra passato e attualità, i partecipanti potranno indagare gli aspetti geometrici e proporzionali di un progetto di Terra Nuova medievale così come di una Nuova Città contemporanea, approfondendo altresì gli aspetti di idealità che connotano, da sempre, la fondazione di un nuovo centro abitato. Dopo un percorso nel Museo i partecipanti saranno coinvolti in un breve workshop artistico che consentirà loro di sperimentare e rielaborare in prima persona tali elementi.

Durata: 1h15’
Per chi: classi III, IV, V della scuola primaria e classi I, II, III della scuola secondaria di primo grado.
San Giovanni, mia città

Castel San Giovanni nasce tra la fine del Duecento e l’inizio del Trecento secondo un progetto urbanistico d’avanguardia e conosce un graduale sviluppo demografico ed economico, che investe sul piano architettonico non solo i lotti abitativi ma anche gli edifici pubblici: fra questi il palazzo d’Arnolfo, la pieve di San Giovanni Battista, le chiese di San Lorenzo e di Santa Lucia e più tardi la Basilica di Maria SS. delle Grazie. I bambini potranno ripercorrere la storia della Terra Nuova di San Giovanni dal Medioevo a oggi per poi prendere parte a un laboratorio artistico sulle maggiori architetture cittadine, trasformandone creativamente le silhouettes e dando così vita a una nuova città ideale.

Durata: 1h15’
Per chi:
classi III, IV, V della scuola primaria e classi I, II, III della scuola secondaria di primo grado.
attivita6
attivita7
La Terra Nuova di San Giovanni Valdarno

La proposta si concentra sulla fondazione e sullo sviluppo della Terra Nuova di Castel San GIovanni, nata nel 1299 per volontà del Comune e del Popolo di Firenze. Si seguiranno quindi i flussi migratori dei primi sangiovannesi, provenienti dai territori circostanti con la speranza di una vita migliore e fautori della “costruzione” della nuova terra, essendo chiamati a realizzare in breve tempo la propria casa e a concorrere alla messa in opera delle mura cittadine. L’attività ripercorrerà gli andamenti, le battute d’arresto e gli sviluppi di San Giovanni nel corso del Trecento, al cui termine la nuova terra si sarà imposta come uno dei principali centri del contado fiorentino e come una delle tappe principali dell’asse viario lungo il fiume Arno. Una particolare attenzione sarà inoltre dedicata allo sviluppo architettonico e urbanistico della cittadina, improntata ai princìpi di regolarità e di proporzione.

Durata: 1h15’
Per chi:
classi III, IV, V della scuola primaria e classi I, II, III della scuola secondaria di primo grado.